ARTICOLI

Il protocollo vaccinale del coniglio

Quale vaccino sta facendo il tuo coniglio?

Contattaci per sapere se il tuo amico possiede una buona copertura vaccinale.


L'encefalitozoonosi del coniglio

L'encefalitozoonosi è una malattia parassitaria che può interessare il coniglio da compagnia.

La maggior parte dei conigli presenta sintomi a carico del sistema nervoso centrale, del rene e dell'occhio.

La forma subclinica è meno evidente tanto che le alterazioni possono essere notate solo da attenti proprietari.


Letargo controllato nelle Testuggini Mediterranee

Con la diminuizione delle temperature molte tartarughe terrestri necessitano di un meritato riposo..ecco alcune importanti informazioni per il letargo.


CASI CLINICI

L’HEAD TILT

L’head tilt (o torcicollo) nel coniglio è un sintomo spesso accompagnato da altre manifestazioni neurologiche come il nistagmo (movimento ritmico e oscillatorio degli occhi), difficoltà a mantenere la stazione (atassia),rotolamenti,convulsioni. E’ fondamentale portare il coniglio da un Medico Veterinario esperto in animali esotici per effettuare una visita, indagini ematologiche e di diagnostica per immagini (come radiografie, TC ) per poter approfondire le possibili diagnosi differenziali, fra le quali le infezioni da Encephalitozoon cuniculi, le otiti interne,  la pasteurellosi e le patologie primarie al sistema nervoso centrale (ascessi, granulomi, neoplasie).

 

Dr.ssa Gioia Zurrida  

L'applicazione della sonda gastroesofagea in testuggini

L'applicazione della sonda gastroesofagea in testuggini anoressiche è una procedura estremamente utile ed è consigliata ogniqualvolta il soggetto sia impossibilitato a nutrirsi spontaneamente o sia in condizioni critiche. Tale tecnica è solitamente ben tollerata e permette la somministrazione di alimento facilmente digeribile e/o farmaci direttamente nello stomaco del paziente. Nel video allegato, una Testudo hermanni in cura dal Dr. Vetere che finalmente ha ripreso ad alimentarsi spontaneamente dopo 20 giorni di alimentazione forzata.

 

Dr. Alessandro Vetere



Il criptochidismo in una puzzola

Per criptorchidismo si intende la mancata discesa di uno o di entrambi i testicoli. E’ una condizione ben conosciuta in medicina veterinaria, e per distinguere tale condizione dal monorchidismo (presenza di un solo testicolo per mancato sviluppo del secondo) o dall'anorchidismo (mancato sviluppo di entrambi i testicoli) viene effettuato uno studio ecografico dell’addome. Questa condizione si può riscontrare anche negli animali esotici, e in questo caso il paziente sottoposto a ecografia è stato Martino, un bellissimo esemplare di puzzola americana, il cui testicolo ritenuto era in cavità addominale, appena caudalmente al rene omolaterale. L’ecografia ha permesso di reperire il testicolo e programmare l’intervento chirurgico per la sua asportazione. 

 

Dr.ssa Gioia Zurrida 


Anche le tartarughe possono essere sterilizzate

Con l’entrata in vigore della nuova normativa sulle specie aliene invasive, si rende necessario il controllo della riproduzione per le tartarughe palustri americane (Trachemys scripta spp.). Tramite aiuto endoscopico, sia nei maschi che nelle femmine è possibile effettuare sterilizzazione in maniera molto meno invasiva rispetto alla tradizionale plastronectomia.

 

Dr. Edoardo Bardi

 

Nelle foto la preparazione del paziente (a), la visualizzazione endoscopica dell’ovaio (b), la sua esteriorizzazione (c) ed infine entrambe le gonadi rimosse (d).


Distocia e stasi follicolare in un camaleonte

La gestione in cattività può alterare i normali processi riproduttivi dei rettili, che spesso vengono portati a visita per abbattimento, disoressia/anoressia. La distocia e la stasi follicolare sono fra le patologie più grave; frequenti ed è fondamentale conoscere la corretta gestione di ogni specie per poterle prevenire. Visite presso Medici Veterinari esperti in animali non convenzionali e approfondimenti diagnostici (esami del sangue, diagnostica per immagini) permettono di monitorare soggetti in età riproduttiva ed evitare complicanze che nei casi più gravi possono essere fatali. Questa camaleonte (Chamaeleo calyptratus) di 6 anni siè presentata per anoressia e abbattimento, radiograficamente non erano visibili uova calcificate mentre all’ecografia è stato possibile visualizzare e monitorare una stasi follicolare. Nonostante le terapie è stato necessario procedere all'intervento chirurgico e alla sterilizzazione.

 

Dr.ssa Gioia Zurrida

 Intervento eseguito dal Dr. Luca Re


Il consumo dei denti

Una corretta alimentazione è fondamentale per il benessere di ogni animale di cui decidiamo di prenderci cura. Per gli erbivori stretti, come i conigli e gli istricomorfi (cavie, cincillà e degu) che frequentemente si trovano nelle nostre case, mangiare fieno di buona qualità e in abbondanza è il primo passo per una vita lunga e sana. Ciò permette infatti la più corretta masticazione e di conseguenza un regolare consumo dei denti. Una dieta scorretta, troppo ricca di pellet o peggio di croccantini e cereali, oltre ad aumentare il rischio di gravi disturbi gastroenterici e obesità, favorisce lo sviluppo di malocclusione e ascessi odontogenici. Tali problematiche richiederanno interventi, spesso invasivi, sui nostri piccoli amici, con lunghi tempi di recupero e rischi di recidive. Per questo motivo, prima di introdurre in casa un nuovo animale, ricordiamoci sempre di raccogliere più informazioni possibili sulla sua gestione corretta, da fonti attendibili e da veterinari esperti.

 

Dr.Riccardo Russo

In foto: malocclusione in una cavia e in un coniglio.


Riparazione tissutale nei cheloni

L'utilizzo del plasma arricchito di piastrine come trattamento promuovente la riparazione tissutale e la rigenerazione cellulare nella medicina veterinaria non è da considerarsi più una novità.. Vengono ormai utilizzati da tempo numerosi protocolli terapeutici che prevedono l'utilizzo di un gel costituito da una elevata concentrazione di trombociti (ottenuti tramite un procedimento di centrifugazione, concentrazione ed attivazione degli stessi) che applicato topicamente su lesioni caratterizzate da perdita di sostanza, ne facilita e ne favorisce la guarigione. Le piastrine infatti giocano un ruolo fondamentale come mediatori nei processi riparativi tissutali. Esse sono ricche di fattori di crescita, citochine e chemochine che vengono liberate durante la fase di attivazione; tali sostanze coinvolgono numerose cellule quiescenti, che proliferando rendono molto più rapida la restitutio ad integrum del tessuto.

 

Dr. Alessandro Vetere

Fig 2-5. Grave lesione da morso in un esemplare di T.hermanni, prima del trattamento (2) e fine trattamento (5). Al soggetto sono state effettuate anche sedute di biostimolazione laser, al fine di velocizzare i processi riparativi


L'importanza della prima visita

La prima visita, ogni volta che si decide di portare nelle nostre case un nuovo animale, è fondamentale per impostare, insieme al vostro veterinario di fiducia, la sua corretta gestione in termini alimentari, ambientali e psicologici. Dream, una piccola cavia, manifestava sintomatologia neurologica ed aree cutanee con pelo rado e spezzato. L'esame tricologico ha evidenziato una parassitosi importante che è stata prontamente trattata e risolta.

 

Dr.ssa Laura Strada

 


La splay legs

Se hai un pulcino con le zampe divaricate, portalo immediatamente dal Veterinario esperto in medicina aviare perché il medicamento nelle fasi iniziali   permette di ottenere ottimi risultati.